La congestione da traffico eccessivo o da
inadeguatezza dell’infrastruttura di trasporto


Un esempio classico di esternalità è quella provocata da un eccesso di domanda di trasporto, generata da decisioni individuali, rispetto alla capacità dell’infrastruttura, rigida per definizione. I costi esterni marginali della congestione sono originati dal fatto che il gestore del veicolo tiene conto solo della sua funzione di costo del trasporto (costo privato) e non considera i costi che impone a terzi, generati con la sua decisione di viaggio, e che variano in funzione della densità di traffico e del contributo dato dal suo veicolo al congestionamento dell’infrastruttura.

I principali sentieri d’impatto della congestione sono:
  • i danni associati al tempo perduto dalle merci e dagli individui;
  • maggiori costi operativi dei veicoli;
  • maggiori costi dell’inquinamento;
  • maggiori rischi e costi dell’incidentalità;
  • i costi del maggiore stress.
Taluni valutatori considerano i costi della congestione come “costi interni”. Tale ipotesi, coerente con l’approccio del club degli utenti, assume implicitamente che i costi dei ritardi della congestione ricadano totalmente sugli utilizzatori di veicoli di trasporto, e non si riflettano al di fuori del settore. Tuttavia è evidente che si tratta di un’ipotesi semplificatrice. Per quanto concerne il trasporto delle merci, i ritardi si ripercuotono non solo sul trasportatore ma -a catena- anche sul destinatario finale del carico e sui diversi settori produttivi e di consumo. Per quanto concerne il trasporto passeggeri, i ritardi degli utenti trasportati si ripercuotono sulla collettività attraverso il sistema di relazioni sociali (ritardi di entrata al lavoro, ritardi negli appuntamenti, rinuncia a relazioni sociali, etc.). Infine, le specifiche responsabilità dei veicoli in termini di occupazione della capacità dell’infrastruttura sono fortemente differenziate, per cui si può affermare che la congestione non è affatto un’esternalità “strutturale” e indipendente dalle scelte dei singoli. Le scelte dell’utilizzatore in fase di acquisto o noleggio del tipo di veicolo incidono pesantemente sull’effetto congestionante (si pensi solo alle diverse responsabilità della congestione dei veicoli pesanti rispetto alle due ruote).

© 2006 - Andrea Molocchi