Cosa non sono costi esterni

I costi esterni fanno sempre riferimento ad un’attività condotta o gestita da qualcuno. Pertanto si contrappongono ai costi interni sostenuti da chi conduce o gestisce un’attività.

I costi esterni non sono i costi di servizi o forniture date in gestione a terzi.

I costi sociali non sono costi esterni, in quanto i primi sono dati dalla somma dei costi interni e dei costi esterni di tutte le attività che compongono la società. Inoltre, i costi esterni si riferiscono ad una certa attività, i costi sociali a tutte le attività di una società e non solo all’attività che genera i costi esterni

I premi assicurativi per RCA sono costi già sostenuti dagli utenti a titolo di indennizzo (quasi sempre parziale) di danni a terzi: pertanto sono componenti interne (da sottrarre dal totale dei danni nel calcolo dei costi esterni).

Le tasse (accise) sui carburanti
pagate dagli automobilisti non sono costi già sostenuti dagli utenti per ridurre i costi esterni dei trasporti, tanto è vero che esse sono fisse e non variabili in funzione del danno provocato alla collettività. Per diventare componenti internalizzate di danni a terzi, esse dovrebbero diventare tasse ambientali e, ad esempio, dovrebbero variare di un fattore dieci a seconda che il veicolo sia guidato in città (maggiori costi esterni ambientali) o in un contesto rurale (minori costi esterni).

© 2006 - Andrea Molocchi